della Seconda Università degli studi di Napoli

Domande esame Neurologia 19/07/05

Domande di Cotrufo

1. Considerando ciò che sai sul metodo clinico in neurologia, quale protocollo seguiresti per raggiungere la diagnosi in una persona che presenta un declino cognitivo ad esordio subdolo e che si aggrava negli anni?

 

2. Un disturbo del comportamento che diventa disinibito a quale sede di patologia ti fa pensare?

 

3. L’ insieme di vertigini, instabilità e riduzione dell’ udito da un lato quale sindrome ti fa sospettare?

 

4. Una monoparesi crurale spastica associata con deficit della sensibilità propriocettiva omolaterale e termo-dolorifica controlaterale a quale sede di lesione ti fa pensare?

 

5. Quali sono i più comuni disordini neurologici da alterata connettività circuitale?

 

6. Descrivi più precisamente che puoi il meccanismo etio-patogenetico della sclerosi multipla.

 

7. Descrivi il razionale del protocollo terapeutico con farmaci trombolitici nell’ ictus ischemico in fase iper-acuta.

 

8. Descrivi il razionale dell’ uso di farmaci immunostimolatori e immunomodulanti nella sclerosi multipla.

 

9. Descrivi il protocollo diagnostico e terapeutico della poli-ganglio-radicolo-nevrite demielinizzante sub-acuta.

 

10. Dici perché l’ ipertermia maligna è un’ emergenza medica.

 

11. Come ti aspetti il liquor nella meningite tubercolare?

 

12. Quali sono gli aspetti clinici e paraclinici che permettono la diagnosi di probabilità della malattia di Creutzfeldt-Jacob?

 

Domande di Tata

1. Descrivi una crisi epilettica parziale somatomotoria.

 

2. Definisci la coscienza e descrivi le sue modificazioni.

 

Domande di Melone

1. Quali sono i quadri sindromici fondamentali da compromissione della funzione motoria?

 

2. Maschio di 12 anni. Tappe psicomotorie correttamente acquisite. L’ esordio della malattia è a 7 aa.con deficit delle abilità cognitive con perdita di efficienza scolastica, disturbi comportamentali. Poi disturbi percettivi visivi ed acustici. Inoltre crisi epilettiche all’ esordio. La progressione è stata in 24 mesi verso il coma apallico. In aggiunta i dati clinici e di laboratorio hanno evidenziato una sindrome di Addison con ipocortisolemia e ACTHemia. In quale grosso gruppo di malattie è inquadrabile questo quadro clinico e paraclinico? Quali sono gli elementi che prendi in considerazione per formulare l’ ipotesi diagnostica?

 

3. Giovane donna di 25 anni. L’ anamnesi familiare rivela una sindrome neurologica sovrapponibile, trasmessa con carattere autosomico recessivo. 2 anni prima esordio di atassia degli arti e della marcia ad evoluzione progressiva. L’ esame neurologico evidenzia in più: assenza di riflessi agli arti inferiori e segno di Babinski bilaterale. Qual è la malattia geneticamente determinata, responsabile di questo quadro? Quali sono gli elementi che perndi in considerazione per formulare l’ ipotesi diagnostica?

 

4. Elenca i criteri utili per la diagnosi di possibilità, diagnosi di probabilità e diagnosi definita di malattia di Parkinson.

 

Domande di neuroradiologia

1. Quali sono le indagini neuroradiologiche utili alla diagnosi di demenza?

 

2. Indagine neuroradiologica indicata nella patologia del tronco encefalo e perché?

 

3. Caratteristiche morfo-volumetriche di degenerazione discale

 

4. Livello cui terminano rispettivamente: cono midollare e sacco durale

 

Domande di neurochirurgia

1. E.S.A.

 

2. Sintomatologia dell’idrocefalo del lattante

 

3. Meningiomi…dell’ angolo pontocerebellare

 

4. Quali sono le alterazioni del campo visivo in un pz affetto da adenoma ipofisario?

Una risposta a Domande esame Neurologia 19/07/05