della Seconda Università degli studi di Napoli

np4

 Criteri diagnostici per F84.2 Disturbo di Rett (299.80]

  1.   Tutti i seguenti:

1)   sviluppo prenatale e perinatale apparentemente normale

2)   sviluppo psicomotorio apparentemente normale nei primi 5 mesi dopo la nascita

3) circonferenza del cranio normale al momento della nascita

  1. Esordio di tutti i seguenti dopo il periodo di sviluppo normale:

1)   rallentamento della crescita del cranio tra i 5 e i 48 mesi

2)   perdita di capacità manuali finalistiche acquisite in precedenza tra i 5 e i 30 mesi con successivo sviluppo di movimenti stereoti­pati delle mani (per es., torcersi o lavarsi le mani)

3)   perdita precoce dell’interesse sociale lungo il decorso (sebbene l’interazione sociale si sviluppi spesso in seguito)

4)   insorgenza di andatura o movimenti del tronco scarsamente coordinati

5)   sviluppo della ricezione e dell’espressione del linguaggio grave­mente compromesso con grave ritardo psicomotorio.

  • Criteri diagnostici per F84.3 Disturbo Disintegrativo dell’Infan­zia (299.10]
  1. Sviluppo apparentemente normale per almeno i primi 2 anni dopo la nascita, come manifestato dalla presenza di comunicazione verba­le e non verbale, relazioni sociali, gioco e comportamento adattivo adeguati all’età.
  2. Perdita clinicamente significativa di capacità di prestazione già ac­quisite in precedenza (prima dei 10 anni) in almeno due delle se­guenti aree:
  3. i) espressione o ricezione del linguaggio 2) capacità sociali o comportamento adattivo

3) controllo della defecazione o della minzione

4)   gioco

5)   abilità motorie

  1. Anomalie del funzionamento in almeno due delle seguenti aree:

1)  compron-~sione qualitativa dell’interazione sociale (per es., com­promissione dei comportamenti non verbali, incapacità di svilup­pare relazioni con i coetanei, mancanza di reciprocità sociale O emotiva)

2) compromissioni qualitative della comunicazione (per es., ritardo o mancanza del linguaggio parlato, incapacità di iniziare o di so­stertere una conversazione, uso stereotipato e ripetitivo del lin­guaggio, mancanza di giochi vari di imitazione)

3)  modalità di comportamento interessi e attività ristretti, ripetitivi e stereotipati, incluse stereotipie motorie e man1ensm~

  1. L’anomalia non è meglio attribuibile ad un altro specifico Disturbo Pervasivo dello Sviluppo o alla Schizofrenia

Una risposta a np4